logo
home / Servizi per il territorio / fatturazione elettronica Pa

Fatturazione elettronica Pa

Fatturazione elettronica per le Pubbliche amministrazioni, comunicazione ai fornitori

Con il Decreto ministeriale n.55 del 3 aprile 2013 è stato completato l'iter normativo iniziato con l'entrata in vigore dell'articolo 1, commi da 209 a 213 della Legge 24 dicembre 2007, n.244, attinente all'obbligo di fatturazione elettronica per le amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico della pubblica amministrazione, come individuate dall'Istat ai sensi dell'articolo 1, comma 2 della legge 196/2009.

A far data dal 31 marzo 2015 compreso, l'obbligo della fatturazione elettronica è diventato operativo anche per i fornitori della Regione Liguria.

La fattura elettronica per la pubblica amministrazione è un documento digitale prodotto in formato xml secondo gli standard tecnici definiti dal Ministero dell'Economia e delle Finanze: a partire dal 31 marzo 2015 è la sola tipologia di fattura accettata dagli enti della pubblica amministrazione, inclusi gli enti locali (l'obbligo in vigore - dal 6 giugno 2014 - per ministeri, agenzie fiscali ed enti nazionali di previdenza e assistenza sociale).

Il contenuto della fattura elettronica deve essere immutabile e non alterabile, il documento deve riportare una data ed essere siglato con la firma elettronica. La trasmissione delle fatture elettroniche destinate agli enti pubblici deve avvenire attraverso il Sistema di interscambio (Sdl) istituito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze gestito dall'Agenzia delle Entrate in collaborazione con Sogei - società generale di informatica spa - quale apposita struttura dedicata ai servizi strumentali e alla conduzione tecnica del citato sistema di interscambio (Decreto del 7 marzo 2008).

Al fine di consentire il corretto inoltro delle fatture elettroniche ad ogni amministrazione è attribuito un codice univoco ufficio (Ipa) da utilizzarzi in fase di predisposizione della fattura. I codici sono consultabili all'interno dell'Indice delle pubbliche amministrazioni (www.indicepa.gov.it)

Oltre al codice univoco, al fine di render più facilmente identificabile il documento contabile, ogni fattura deve contenere il codice CIG e, se esistente, il codice CUP relativo al conto in essere.

 

Allegati

Normativa

Approfondimenti

  • Indice PA
    l'indice delle pubbliche amministrazioni, istituito dall'art. 57-bis del decreto legislativo 7 marzo 2005, n.82 - CAD, che costituisce l'archivio ufficiale contenente i riferimenti organizzativi, telematici e toponomastici delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi
    www.indicepa.gov.it

 

 

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.

Accetto i cookie.